La battaglia del referendum del 17 aprile sulle trivelle in mare non si ferma

La battaglia referendaria delle Regioni appoggiata dal Comitato Vota SI per fermare le trivelle delle associazioni ambientaliste e dei comitati non si ferma di fronte a questa Sentenza della Corte Costituzionale.

Il fatto che tre dei sei quesiti previsti dallo stesso pacchetto referendario siano stati integrati all’interno della Legge di Stabilità è già un importante risultato perché ha fatto modificare quelle norme volute dal Governo che stabilivano la strategicità delle attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi emarginando le Regioni e di portare i cittadini italiani il 17 aprile a votare su un quesito che la Corte Costituzionale ha ritenuto valido.